Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

La vita come noi la conosciamo - i professionisti. Nel senso che si tratta di un insegnante molto paziente, che non sembrava stancarsi di insegnarci, a prescindere dalla nostra età. Siamo sicuri che tutti noi, cari lettori, hanno qualcosa da dire su questo argomento - per parlare delle lezioni che vengono presentati a voi una vita, anche se non sono molto piacevoli.

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

Così abbiamo deciso di offrire per conoscere quali sono le lezioni apprese all'età di trenta utenti del social network Reddit.

"I prezzi si"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"Mi ricordo che quando ero al liceo, ho pensato che avevo appena ricevuto per sbaglio su questo pianeta, e spesso pensato che con me che qualcosa non va, che io sono assolutamente non come persone normali . Avevo paura di quello che sarebbe sempre "strana ragazza con il partito penultima." Ma per il suo trenta, mi sono reso conto che la mia unicità e alterità - è una virtù. Siamo tutti diversi, e questa è una garanzia di successo di ognuno di noi. Perché è grazie al fatto che siamo unici, siamo in grado di creare qualcosa di nuovo, fare qualcosa che nessun altro, ma noi non possiamo e non possiamo. La mia principale era una lezione di auto-accettazione. Capisco - è necessario amare se stessi, e non essere inorridito dal loro essere diversi. Esso dovrebbe essere utilizzato per il bene di se stessi, e poi la "stranezza" diventare una forza!".

"Grazie per la difficoltà"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"A un certo momento mi è sembrato che la vita" mi ha spinto in un angolo, "ed era così desolante che ho sempre pensato quanto ingiusto tutto è organizzato. Perché la mia quota è scesa così tanti problemi? Perché altri vivono con facilità, e tutto ciò che è dato a me così difficile? Ho voluto svegliarsi una mattina, all'improvviso vedono che tutti i miei problemi sono scomparsi, e il sole splendeva su di me fortuna. Ma finché volevo trovare una brocca con un genio magico o almeno fiorellini-semitsvetik che senza la mia partecipazione risolverà tutti i miei problemi, i miei problemi crescevano come una palla di neve. Sono trent'anni ormai, e so che ci sono circostanze e difficoltà che vale la pena di essere grato. La felicità non cade dal cielo su di voi. Per mettere ordine nella vostra vita, è sufficiente (anche se non è certamente facile) per vedere i loro problemi negli occhi e cominciare a trattare con loro. Se non immediatamente, ma sarà risolto "alla fine tutto.

"release"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"La lezione che ho appreso con grande difficoltà. Nessuno dovrebbe essere costretto a mantenere il suo lato. Accade così che coloro che hanno bisogno di me, come l'aria, del tutto indifferente a voi. E poi, in ogni caso non è possibile aggrapparsi a questa "fonte di ossigeno" e cercare di trattenerlo. Tutti gli stessi, non ha funzionato, anche se è per pietà anche per qualche tempo sarà la prossima. È come tagliare centimetro coda del cane. Troppo dolore inutile dovrà sperimentare. "

"a rispettare i suoi confini"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"Impara a lasciare se stesso non meno importante essere in grado di lasciar andare. La vita mi ha insegnato a non soccombere alla manipolazione, e per questo sono molto grato. Sono sempre stata una ragazza molto educata e poteva così bene di mettersi nei panni degli altri, presentando quello che sentono, quando, per esempio, non sono d'accordo con loro, che a un certo punto mi sono reso conto che mi piace di più, e non a tutti. Ero così comodo ognuno è così dissolto nella vita di qualcun altro che la sua ho appena lasciato. Ho dovuto ritirare la mia po 'la vita a poco. E ora so che da rispettare, è necessario, prima di tutto, rispettare se stessi e imparare a costruire i loro confini. Questo non vuol dire che sono diventato indifferente al problemi degli altri, questo significa che ho imparato ad apprezzare se stessi e la loro vita ".

"Se si vuole ottenere una risposta, la domanda"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"Non abbiate paura di parlare di ciò che non si capisce, e che cosa avete bisogno. Parlare di ciò che è importante per voi. Ricordate la semplice verità, la gente non può leggere i vostri pensieri. Can non tutti. E se volete una risposta, è necessario porre una domanda. Se hai bisogno di aiuto, è necessario chiedere su questo. E 'così semplice, ed è così importante. Ciò è necessario per garantire che il rapporto era comodo per chiudere la gente a capire voi, e anche voi, non si offese contro di loro invano. Se si vuole nella vita ha avuto meno problemi e conflitti, parlare chiaro e diretto. "

"Nessuno ti deve"

Alcune lezioni vitali che dobbiamo imparare a trent'anni

"Quando avevo vent'anni, ero sicuro che i miei amici mi sosterrà in ogni cosa, se non altro perché sono" obbligati "a farlo per me. Ma la vita ha dimostrato che è più facile incontrare un unicorno rosa che attendere l'appoggio incondizionato da parte di chi, a mio parere, ero un "must". Non tutte le nostre speranze si avverano, e vi dica un segreto, grazie a Dio, non hanno tutti si avvera. E prima si accetta la verità di "persone che non devo niente", il meno frustrazione si soffre. Il mondo non sarà lettiera tuoi cannucce, se non altro perché non è con te in stretta relazione, e non tutte le persone sarà configurato per il vostro favore. "