Mongolia - paradiso perduto

• Mongolia - Lost Paradise

Una volta terrorizzato la metà del mondo, oggi la Mongolia - uno dei paesi più poveri dell'Eurasia. In questo breve saggio foto mostra la vita quotidiana della famiglia ordinaria della Mongolia.

Se ritieni che si vive in un brutto posto, riconsiderare questa collezione un paio di volte, immaginate voi stessi al posto di queste persone e pensare due volte prima di lamentarsi del loro paese e la casa.

Mongolia - paradiso perduto

29-year-old Erden Thuja innaffiato acqua pecore stanco. Nel mese di marzo la notte la sua famiglia è stata costretta a prendere nella sua tenda una dozzina di pecore, in modo da non congelare in strada.

Mongolia - paradiso perduto

Erden Thuja trascina per lo smaltimento delle carcasse di pecora sono morti per ipotermia.

Mongolia - paradiso perduto

I vicini abbandonato pastori yurt abbandonate dopo una tempesta di neve.

Mongolia - paradiso perduto

39 anni, marito Erdene Thuy, Batgargal tsamba porta la carcassa sdohshey pecore dal freddo.

Mongolia - paradiso perduto

Eredene Tui, il suo figlio di tre anni Tuvchinzh e agnello giovane sveglia nella tenda, dopo una notte fredda. Suo marito, Bartgargal appena andato con un 6-anno-vecchio figlio Azzhargalom controllo mandria.

Mongolia - paradiso perduto

Una vista della capitale, Ulan Bator, dietro le ubriaconi sonnecchiano. L'alcolismo è un problema serio in città, che ospita la metà della popolazione totale della Mongolia. La popolazione della capitale è raddoppiato negli ultimi due anni e molti nuovi residenti devono abitare in baraccopoli conosciuti come "Yurt Distretto". Elevato tasso di disoccupazione e la povertà sono attesi pastori che senza istruzione e le competenze stanno lasciando il paese per stabilirsi nella capitale.

Mongolia - paradiso perduto

Nel frattempo, a poche centinaia di chilometri dalla capitale, la famiglia tsamba perso quasi il 20 pecore, due notti fredde.

Mongolia - paradiso perduto

Una famiglia di cinque vive in un armadio sotto le scale, nel palazzo dove la fortuna di trovare un posto di lavoro solo un membro della famiglia. la famiglia del pastore fu costretta a trasferirsi a Ulan Bator, dopo forti gelate invernali uccise 150 pecore dalla loro greggi.

Mongolia - paradiso perduto

Molti immigrati trovano il loro primo lavoro in una discarica Ulaanbaatar: ritiro rottami per la successiva consegna ai punti di accettazione.

Mongolia - paradiso perduto

Dunn Erden, 26 anni, figlia incinta pastore nel loro armadio, dove viveva con la sua famiglia a Ulaanbaatar.

Mongolia - paradiso perduto

Batgargal tsamba guardare il suo gregge.

Mongolia - paradiso perduto

Una vista del "Yurt distretto" a Ulan Bator, dove molti residenti non hanno accesso all'elettricità e l'approvvigionamento idrico.

Commenti (38)